Immagine associata alla pagina

Palermo-Catania-Messina: si punta a livelli europei

 
Dopo la firma, all’inizio di ottobre, dell’Accordo di Programma che riporta alla Regione Sicilia le competenze in materia ferroviaria (circa 111 milioni all’anno per garantire 9 milioni e mezzo di treni/km, compreso gli eventuali autobus/km relativi ai servizi sostituitivi su gomma)il prossimo passaggio è il rispetto del Contratto Istituzionale di Sviluppo del febbraio 2013 che prevede il completamento della direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo. La realizzazione, in tutte le opere previste dal CIS, del doppio binario consentirà di uniformare tale direttrice agli standard di interoperabilità europei per la rete convenzionale Ten-T, assicurando una velocità di progetto tra i 160 e i 200 km/h e un tempo di percorrenza, tra Palermo e Catania, di 1h e 30’.