Immagine associata alla pagina

Nuova Ordinanza del Commissario Straordinario per i CIS Michele Mario Elia

 

Pubblicata, il 5 novembre u.s., l'Ordinanza n°18 delle Ferrovie dello Stato che, nell'ambito dell'Asse Ferroviario Napoli-Bari "Raddoppio della tratta Cancello-Frasso Telesino e della variante alla linea Roma-Napoli Via Cassino nel Comune di Maddaloni" approva il progetto definitivo dell'opera e indice la Conferenza dei Servizi per l'approvazione dello stesso.

Da dicembre 2014 a oggi il Commissario Elia ha gią emesso e pubblicato sul portale dedicato altre 17 Ordinanze. Nel dettaglio:

- l'Ordinanza n°1 del 12/12/2014, che sancisce i compiti del Commissario, della Stazione Appaltante e Committente degli interventi (RFI), le modalitą di approvazione dei progetti e le disposizioni organizzative adottate per la realizzazione delle opere relative agli assi ferroviari Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina;

- l'Ordinanza n°2 del 12/12/2014 che istituisce le posizioni e le strutture interne che, a diretto riporto del Commissario, provvedono ad assicurare il necessario supporto nei compiti relativi alle sue responsabilitą;

- l'Ordinanza n°3 del 13/12/15, che autorizza la pubblicazione del bando di gara relativo al progetto "Nodo di Bari: Bari Sud (variante tratta Bari Centrale-Bari Torre a Mare)", nell'ambito dell'asse ferroviario Napoli-Bari, in attesa della registrazione da parte della Corte dei Conti della delibera CIPE del 28 gennaio 2015 di approvazione del progetto definitivo

-  l'Ordinanza n°4 del 25/2/2015 che approva le Linee Guida "Compiti e Supporto di RFI nell'ambito delle attivitą del Commissario, ai sensi della Legge n. 164/2014, articolo 1" che disciplinano il ruolo e le modalitą con cui la Task Force "Progetti Sblocca Italia: Assi ferroviari Napoli - Bari e Palermo - Catania - Messina, costituita con Comunicazione Organizzativa n. 370/AD del 16/01/2015, deve operare per garantire l'assolvimento dell'incarico del Commissario.

- l'Ordinanza n°5 dell'11/03/2015 che approva il "Programma generale delle attivitą per singolo progetto ferroviario" relativo agli interventi inseriti nei "Progetti Sblocca Italia: assi ferroviari Napoli - Bari e Palermo - Catania – Messina”.

- l'Ordinanza n° 6 del 25/03/2015 che, nell'ambito dell'itinerario asse Napoli- Bari (Variante alla linea ferroviaria Cancello-Napoli) approva il progetto definitivo dell’opera anticipata "Nuova viabilitą in localitą Gaudello – Comune di Acerra" e indice la Conferenza dei Servizi per la valutazione e approvazione dello stesso

- l'Ordinanza n° 7 del 31/03/2015 che, sempre nell'ambito dell'itinerario asse Napoli- Bari, dispone l’approvazione del  progetto preliminare dell'opera “Raddoppio Cancello-Frasso Telesino e Variante alla linea Roma-Napoli Via Cassino nel Comune di Maddaloni (shunt)”

- l'Ordinanza n° 8 del 3/04/2015 che sull’asse ferroviario Napoli- Bari,  "Raddoppio Cancello-Frasso Telesino e Variante alla linea Roma-Napoli Via Cassino nel Comune di Maddaloni", approva il progetto definitivo della “Viabilitą di soppressione P.L. al km 143+833 (Via Calabroni, nel Comune di Dugenta)”  e indice Conferenza dei Servizi per l’approvazione del progetto stesso.

- l'Ordinanza n° 9 del 14/04/2015 che, nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo – Catania – Messina,  approva il progetto preliminare dell’opera "Nuovo collegamento Palermo- Catania: Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova”.

- l'Ordinanza n° 10 del 22/04/2015 delle Ferrovie delle Stato  che, nell'ambito dell’itinerario asse ferroviario Palermo – Catania – Messina,  "Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova", approva il progetto definitivo dell’opera "Soppressione PL al km 3+639” in Comune di Centuripe e indice la relativa Conferenza dei Servizi.

- l'Ordinanza n° 11 del 18/06/2015 che, nell'ambito dell'itinerario asse Napoli- Bari, "Variante alla linea Napoli-Cancello", approva il progetto definitivo delle opere anticipate "Viabilitą Gaudello" in Comune di Acerra.  

- l'Ordinanza n°12, del 5/08 /2015, che nell'ambito dell'itinerario asse Napoli- Bari, "Raddoppio della tratta Cancello-Frasso Telesino e Variante alla linea Roma-Napoli Via Cassino" approva il progetto definitivo dell’Opera Anticipata "Viabilitą di soppressione PL al km 143+833, Via Calabroni, in Comune di Dugenta (BN).

-  l'Ordinanza n° 13, del 5/08 /2015, che nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo – Catania – Messina, "Raddoppio della tratta Bicocca - Catenanuova", approva il progetto definitivo delle opere anticipate "Soppressione PL al km 3+369 - Comune di Centuripe".

- l'Ordinanza n° 14, del 5/08 /2015, che nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo – Catania – Messina,  approva il progetto preliminare dell’opera "Raddoppio Catenanuova-Raddusa Agira”.

- l'Ordinanza  n° 15, del 5/08 /2015, che nell’ambito dell’Itinerario asse ferroviario Palermo-Catania-Messina, "Raddoppio della tratta Catenanuova- Raddusa Agira", approva il progetto definitivo dell’opera anticipata “Soppressione passaggio a livello al km 3+639” nel comune di Centuripe e indice la relativa Conferenza di Servizi per la valutazione e approvazione del progetto da parte dei soggetti istituzionali preposti.

- l'Ordinanza n°16, del 18/10/2015, che nell'ambito dell'itinerario Napoli- Bari, "1a Tratta: Variante alla Linea Napoli- Cancello", approva il progetto definitivo dell’opera e indice la relativa Conferenza dei Servizi per la valutazione e approvazione dello stesso.

- l'Ordinanza n°17, del 23/10/2015, che nell'ambito dell'Asse Ferroviario Palermo-Catania-Messina - Raddoppio della Tratta Catenanuova-Raddusa Agira approva il progetto definitivo dell’opera anticipata "Nuova Viabilitą al km 13+000 in Comune di Catenanuova".

L'AD di Ferrovie dello Stato S.p.A., Michele Mario Elia, č stato nominato Commissario per la realizzazione di alcune delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina dal D.L. n. 133 del 12 settembre 2014, cosiddetto "Sblocca Italia", poi convertito in legge n. 164 dell'11 novembre 2014. Tale decreto disciplina anche i suoi compiti e i suoi poteri. A oggi, ricadono nell'ambito delle sue competenze:

• per il CIS NA-BA-LE-TA, gli interventi 769 (Velocizzazione e Raddoppio Cancello - Frasso Telesino), 770 (Velocizzazione e Raddoppio Frasso Telesino – Vitulano), 771 (Raddoppio Apice - Orsara), 788 (Interventi sulla linea Cancello-Napoli per integrazione con linea AV/AC), 729 (Raddoppio Cervaro-Bovino), 798 (Bari Sud: Bari centrale-Bari Torre a Mare);
• per il CIS ME-CT-PA, gli interventi 467 (Itinerario Messina-Catania: Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo), 791 (Linea Catania Palermo: Tratta Bicocca - Motta – Catenanuova), 796 (Nodo di Catania - Interramento stazione Catania Centrale), 797 (Nodo di Catania - Tratta Bivio Zurria - Catania Acquicella), 858 (Linea Catania Palermo: Tratta Catenanuova - Raddusa Agira), 991 (Nuovo collegamento Palermo - Catania: Studio di Fattibilitą Raddusa - Enna - Fiumetorto).

Il Commissario, operando nei limiti delle risorse disponibili e nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico e della normativa Europea, deve provvedere al compimento di tutte le iniziative finalizzate alla realizzazione delle opere e assicurare le condizioni per l'avvio dei lavori entro il 31/10/2015 adottando, in sostituzione dei soggetti competenti in via ordinaria, gli atti e i provvedimenti occorrenti alla realizzazione urgente delle stesse.

Rete Ferroviaria Italiana SpA (RFI) resta la Stazione appaltante e Committente degli interventi in questione mentre il Commissario fornisce approvazione diretta ai progetti in sostituzione, a tutti gli effetti, dei visti, dei pareri, delle autorizzazioni e dei nulla osta di competenza di organi statali, regionali, provinciali e comunali degli altri Soggetti interessati.